Le 5 domande da farsi prima di diventare wedding planner

Sebbene vi siano molti motivi per iniziare una carriera come wedding planner, ve ne sono tuttavia altrettanti per cui questa professione non è la carriera adatta a chiunque. I migliori wedding planner combinano perfettamente: etica del lavoro, abilità e una passione per quello che fanno. La realtà di un wedding planner è difficile da comprendere al di fuori del settore, pertanto se hai deciso di andare avanti e desideri cimentarti davvero nella professione, ti vogliamo coinvolgere in un gioco molto semplice, rispondi alle domande sotto riportare e saprai se sei portato per la carriera del wedding planner.

  1. Per chi vuoi lavorare?

Prima di considerare una carriera come organizzatore di matrimoni, devi sapere che ci sono solo una manciata di aziende di eventi (davvero pochissime) che può e vuole assumere un wedding planner: la maggior parte delle location assume manager di catering o di altre location e difficilmente impiegano wedding planner tradizionali o ruoli simili; inoltre sono ancora meno i wedding planner professionali che assumono altri wedding planner.

Tutti o quasi i wedding planner di successo sono quindi professionisti indipendenti che hanno iniziato la propria attività allo scopo di lavorare per se stessi e non per altri.

diploma certificato wedding planner

La risposta giusta quindi è voler intraprendere la professione per lavorare in proprio, solo così sarai in grado di concentrare tutte le energie e le risorse verso il raggiungimento dei tuoi obiettivi, in caso contrario la carriera probabilmente non fa per te e se anche decidessi di provare, allungheresti in modo significativo i tempi di sviluppo della tua carriera con un notevole dispendio di risorse economiche e personali.

Se ritieni che voler lavorare per qualcun’altro ti serva per fare esperienza, sappi che non vi è nulla di più efficace per imparare un mestiere di lavorare per se stessi e se hai bisogno di fare esperienza fallo attraverso gli stage messi a tua disposizione, ciò ti permetterà di imparare velocemente senza doverti svendere per fare non il tuo lavoro ma quello di un altro.

  1. Quando e quanto vuoi lavorare?

Nel settore dell’organizzazione di eventi in generale ma soprattutto nei matrimoni, non si seguono alla lettera le regole del cosiddetto orario di ufficio dalle 9 alle 5; inoltre i matrimoni si svolgono prevalentemente durante i fine settimana e gli incontri con i clienti spesso hanno luogo dopo il normale orario di lavoro; di frequente un wedding planner deve adattare i suoi programmi alle esigenze del cliente e non di rado addirittura stravolgere i propri impegni personali per poter svolgere al meglio il proprio lavoro.

blog-04

La risposta quindi deve contenere in sé la disponibilità a lavorare in orari non usuali e in giorni della settimana o della stagione (estiva per esempio) spesso in conflitto con le personali esigenze familiari. Se al contrario la tua risposta propende per una regolarità nell’orario e nella settimana di lavoro, questa professione non fa per te poiché anche imponendo proprie regole di lavoro dovrai comunque confrontarti con persone che assumono spesso i wedding planner per ricevere un aiuto senza rinunciare a nulla nemmeno al proprio tempo.

3. Ti puoi permettere di avviare un’attività in proprio?

Nel caso probabile che la vostra carriera da sogno inizi come wedding planner indipendente, è necessario chiedersi che cosa ci si può permettere di fare per avviare l’attività. Le domande fondamentali sono: di quanto capitale si ha bisogno per iniziare? E’ meglio lavorare part-time o a tempo pieno? In genere gli investimenti da parte dei wedding planner sono diversi a partire da €1.000 fino a più di € 10.000.

Molti iniziano continuando a lavorare stabilmente nel precedente lavoro per assicurarsi un’entrata e quindi scongiurare la possibilità che si verifichi un calo nel proprio reddito; tuttavia se da un lato questo modo di procedere rassicura dall’altro porta ad un tasso di crescita del business molto lento, considerato che una persona che se ne occupa a tempo pieno, impiega in genere circa tre anni prima di avere un reddito soddisfacente.
Stage per wedding e event planner

Se la tua risposta è quindi quella di sapere quanto ti serve e soprattutto di volere e potere svolgere la professione a tempo pieno sarai in grado di raggiungere traguardi molto ambiziosi, contrariamente non sarai in grado di dedicare il tempo necessario all’attività di sviluppo della professione e ciò pregiudicherà facilmente il raggiungimento di obiettivi concreti.

Non è un caso se il programma di mentoring previsto in affiancamento ai diplomati per l’avviamento professionale dura 12 mesi, nei quali si lavora in modo intensivo per iniziare con il piede giusto. Non si può davvero pensare di poter avviare una professione nei tempi morti o tra un impegno e l’altro, l’unico impegno che si deve avere per raggiungere il successo è con se stessi e la carriera che si desidera.
 

4. Sei pronto a promuovere la tua attività?

È sicuramente vero che non è per nulla facile ottenere i primi clienti, ma per quanto riguarda il secondo e il terzo e il quarto? Essere competitivi e conosciuti nel mercato può essere costoso e richiede costanza in un continuo processo di investimento-verifica-correzione. Chi ritiene di poter avviare una propria attività senza fare i conti con la necessità di conoscere le regole del social media marketing e della promozione rischia di perdere molti soldi nel gorgo profondo dell’improvvisazione e frettolosità.

p-06-01

Se la tua risposta alla domanda è la piena consapevolezza di dover pianificare e programmare in anticipo le tue azioni di marketing sapendo che ciò comporta un investimento economico, sei sulla strada giusta; se al contrario pensi di poter avviare la tua attività contando su, nell’ordine: l’acquisto dei tuoi servizi da parte dei tuoi parenti perché te lo hanno promesso, l’aiuto di tuo cugino che anche se non se ne occupa per lavoro è un drago di facebook e alternativamente la tua buona stella o il fato,  hai probabilmente poche chance di intraprendere con successo la carriera del wedding planner e presto dovrai fare i conti con un’amara realtà.
 

5. Hai intenzione di ottenere una certificazione per svolgere la professione?

Come per molti altri professionisti, esistono sul mercato molti corsi di formazione, seminari e pubblicazioni che spiegano cosa fa il Wedding Planner e come diventarlo. Sebbene sempre più i professionisti si rivolgono alle scuole e agli enti di formazione per comprendere il mestiere e il settore dell’organizzazione di matrimoni, pochi in realtà comprendono la necessità di verificare che la formazione ricevuta sia certificata.

sconto20 corso roma

Certificazione significa soprattutto un’impegno (anche economico) da parte dell’ente formativo di rispondere ad un altro ente neutrale e preposto alla certificazione delle aziende e attività professionali in merito ai seguenti aspetti:

  1. Preparazione e competenze dei docenti (a loro volta certificate e documentate) coinvolti nell’insegnamento delle materie oggetto dei corsi di formazione.
  2. Aggiornamento sistematico e continuo dei contenuti e argomenti trattati nei corsi di formazione, ciò che infatti può valere un anno non è detto che valga l’anno successivo e del resto ciò aderisce al principio che tutto si evolve e si sviluppa nel tempo.
  3. Garanzia di sistemi di supporto e aiuto per lo studente che non solo deve imparare le nozioni del mestiere ma deve anche saperle mettere in pratica, ecco perché una scuola non può prescindere dal servizio di tutoring e mentoring volti a garantire a tutti i futuri e attuali professionisti l’aiuto di esperti e altri professionisti per ottenere risultati concreti.

Se la tua risposta conviene che sia necessario e indispensabile acquisire non solo delle generiche nozioni ma possedere una vera e propria formazione professionale certificata hai fatto BINGO! Se al contrario la tua risposta è del tipo: “ma in fondo cosa ci vuole” oppure “una volta capite le basi posso fare da me grazie all’esperienza”, probabilmente questa carriera non fa per te!

Se come ci auguriamo hai risposto in modo opportuno a tutte le domande sei pronto per iniziare il tuo percorso di crescita professionale e di carriera iscrivendoti subito al corso professionale in wedding planning management in partenza a Settembre 2016.

Per saperne di più registrati subito gratuitamente agli open day della tua città e viene a parlare con noi……….

Se ti è piaciuto l’articolo e vuoi rileggerlo condividilo sul tuo profilo.

Questo articolo è stato scritto da The Wedding & Event Planner Business School

Corsi professionali per la formazione di Wedding e Event Planner