Cosa serve per diventare un event planner di successo?

 

Se chiedessimo ad un gruppo di event planner alle prime armi cosa è importante sapere quando si organizza un evento, probabilmente direbbero cose come: la selezione della location, il cibo e le bevande, l’intrattenimento, la logistica, il design dell’evento, ecc
Queste sono più o meno le idee stereotipate su questo lavoro.

Se però ponessimo la stessa domanda a event planner esperti, la lista delle cose da considerare sarebbe totalmente diversa. Certo, è necessario sapere come pianificare un evento, ma questa è la parte più facile. La parte difficile è capire come rendere voi stessi indispensabili ai vostri clienti.

Ecco alcuni suggerimenti pratici che i professionisti possono seguire per ottenere il vero successo in questa professione:

Impara a parlare al cliente

In genere i professionisti degli eventi parlano una loro lingua tecnica che riguarda le garanzie minime, le tempistiche, i budget ecc. Ci dimentichiamo che i clienti che pagano si occupano di tutt’altro e usano i vostri eventi come mezzo per realizzare qualcosa che è importante per loro, quindi innanzitutto un buon event planner deve mostrare al cliente di aver capito che è importante ciò che si sta realizzando più per lui che per noi. Per ottenere una buona comunicazione invece di parlare di quanto sia stupefacente il lavoro che state svolgendo per loro, spiegate e comunicate al vostro cliente come il vostro evento eleverà l’immagine dell’azienda, che impatto avrà economicamente sul suo bilancio e quanti probabili clienti in più porterà.

Aiuta il tuo cliente a descrivere cosa intende per esito positivo

Se non comprendiamo davvero cosa desidera il cliente, come potrete sapere in seguito se avete fatto un buon lavoro? Gli obiettivi sono importanti, ma molti clienti fanno fatica ad individuarli ed articolarli. Tuttavia se chiedete loro: “Che cosa significa per voi “successo”? Quali sensazioni volete far provare ai vostri ospiti ad evento finito? Tali domande possono aiutare i clienti a descrivere gli esiti emotivi che cercano.

Siamo consulenti non semplici venditori

L’assioma “Il cliente ha sempre ragione” può essere un problema nel settore dei servizi. Nella professione dell’event planner non si deve fare ciecamente quello che vuole il cliente, senza fare domande. Se il cliente ha una cattiva idea al punto di fargli fare brutta figura, o peggio, far correre un rischio ai partecipanti all’evento, un buon professionista deve spingere per dissuadere il cliente dal proseguire su quella strada e deve sapere consigliare al meglio affinché i loro clienti non facciano errori stupidi. Naturalmente ciò deve essere fatto con tatto, ma i clienti vedrete vi rispetteranno per questo.

Fate in modo di apparire brillanti nel vostro lavoro

Diciamolo chiaro, la maggior parte delle persone pensano che la pianificazione di un evento non è poi così difficile. Sanno che è impegnativo, ma se doveste perdere l‘autobus domani, non sarebbero poi così preoccupati di trovare un vostro rimpiazzo. Il segreto è mostrare loro che siete difficili da sostituire. A tale scopo, imparate il più possibile sul vostro mestiere sondando i vostri fornitori e clienti per capire come essere un professionista intelligente, innovativo e sorprendente. Imparate dai migliori e siate sempre aggiornati non solo sugli argomenti ma anche sull’uso di una tecnologia all’avanguardia soprattutto ora che viviamo nel villaggio globale dove conta tantissimo il digital marketing.

Focus sul ‘come’

Un event planner può offrire un impeccabile evento , ma se fa impazzire il cliente durante il processo organizzativo è quasi certo che non ritornerà più. Ricordate sempre che quello che fate determina il successo della manifestazione; ma è “Come” lo fate che determina il successo del rapporto con il cliente. Chi riesce ad instaurare un rapporto di reciproca stima e fiducia con il cliente non corre il rischio di essere rifiutato in seguito e i clienti saranno felici di lavorare con voi perché sanno che sarete al loro fianco anche se le cose vanno male durante l’evento.

Tutto questo e molto altro ancora (pianificazione, logistica, budget ecc) verrà spiegato durante il corso certificato per diventare event planner professionale e gettare così le basi per una carriera di successo negli eventi, per saperne di più clicca qui. Se desiderate una preparazione più completa vi suggeriamo invece di scegliere il corso combinato wedding planning management + event planning management.

Se ti è piaciuto l’articolo condividilo!

Questo articolo è stato scritto da The Wedding & Event Planner Business School

Corsi professionali per la formazione di Wedding e Event Planner