Cosa fa il mentore per i wedding e event planner?

Ogni professione che si avvia è caratterizzata da un ciclo di vita, si! proprio così, come tutti noi, anche le attività professionali e le aziende in genere hanno una nascita, uno sviluppo, un periodo di maturità e infine il declino.

Il momento più critico per qualsiasi azienda è naturalmente la nascita, oggi qualcuno direbbe la startup che può durare da uno a tre anni e in cui in genere i ricavi crescono gradualmente e possono all’inizio essere molto inferiori ai costi e alle spese. E’ in questa fase che la maggior parte dei futuri wedding e event planner si arrendono, perchè? Bhè perchè non hanno idea di come funzioni il processo di sviluppo di una professione e cosa li attende se avessero la pazienza di aspettare e di agire facendo i passi giusti.

Perchè è utile il mentore?

studente corso wedding planner

Il Mentoring garantisce agli studenti e futuri professionsiti che qualcuno si prenda cura di loro, assicura che non restino soli nell’affrontare le sfide giornaliere e li fa sentire sempre importanti e seguiti. Le ricerche condotte dal nostro ente certificatore EADL, confermano che i rapporti di mentoring hanno effetti positivi potenti su chi ne è oggetto in una varietà di situazioni personali, accademiche e professionali. In ultima analisi, il tutoraggio articolato sotto forma di mentoring aiuta in modo determinante per la crescita personale e lo sviluppo di opportunità sociali ed economiche.
Eppure, in Italia nemmeno le università più prestigiose dispongono di questo preziosissimo supporto e molti studenti crescono senza questa risorsa critica.

Effetti positivi collaterali
Gli studi condotti hanno evidenziato che quando si viene seguiti da un mentore avvengono due cose importantissime per il successo di un professionista:
– Si ha meno probabilità del 52% rispetto a chi non ha un mentore, di abbandonare il settore perché non si sono raggiunti dei risultati. Il mentore aiuta a sentirsi sempre motivati e a gestire le varie fasi di startup di un’attività che in alcuni momenti inducono a lasciar perdere con un conseguente effetto negativo sull’investimento fatto.
– Si ha più probabilità del 78% rispetto a chi non ha un mentore di individuare i propri punti di forza (in pratica ciò che si sa fare meglio senza sforzo) e massimizzarli in modo strategico nella propria attività, ma non solo, il mentore aiuta a determinare con precisione quali sono gli obiettivi raggiungibili e a pianificare il corretto processo di sviluppo per il raggiungimento degli stessi nel lungo periodo.

 

p-06-03

Essendo una presenza costante nella vita dello studente e diplomato, può offrire consigli, condividere esperienze e aiutare a gestire le sfide che si presentano.
I professionsiti e gli studenti che si incontrano regolarmente con i loro mentori hanno:
– il 46% in meno di probabilità rispetto a chi non è seguito, di farsi prendere dall’ansia e dalla depressione dovuta alle difficoltà che avviare un’attività professionale pone.
– l’81% in più di probabilità di partecipare attivamente e proficuamente alla costruzione della propria carriera in modo efficace e ottimistico.

Il Mentoring promuove atteggiamenti sociali positivi e chi ne è oggetto impara a comunicare meglio i propri bisogni e a canalizzare le energie focalizzandosi sugli obiettivi programmati.

Lo studio stima che il potenziale umano perduto a causa del divario tra i risultati conseguiti e l’investimento fatto in formazione e impegno è l’equivalente economico di una piccola recessione nazionale permanente.

p-16-03

Il mentore essendo a sua volta un professionista del settore, assiste con le sue competenze e conoscenze per:

– Utilizzare i propri contatti personali per aiutare i professionisti a trovare stage e individuare possibili posti di lavoro.
– Introdurre i diplomati alle risorse di management e le organizzazioni di cui non possono essere a conoscenza.
– Fornire competenze e suggerimenti pratici per la ricerca di un lavoro, un colloquio di lavoro, o mantenere un lavoro.

Il numero di modi in cui il mentoring può aiutare sono varie quanto le persone coinvolte in ogni programma. Se le statistiche possono essere impressionanti, le storie personali possono esserlo ancora di più.

Anche se non sei un nostro diplomato ma hai avviato una professione come wedding o event planner affidati ai nostri mentori, attraverso il nostro servizio di consulenza e fai anche tu il salto di qualità che porti la tua attività dalla fase di startup a quella di sviluppo.

Se ti è piaciuto l’articolo per favore condividilo.

 

Questo articolo è stato scritto da The Wedding & Event Planner Business School

Corsi professionali per la formazione di Wedding e Event Planner