AZIONI DI MARKETING 2019 PER I WEDDING PLANNER

L’approccio di gran lunga più efficace per gestire i tuoi lead è sempre quello di utilizzare un processo che ti differenzi automaticamente, fornisca valore ai tuoi potenziali clienti, li segua e individui le persone non interessate.
Il settore dei matrimoni con tutto il suo indotto sembra aver subito una lieve contrazione e per i wedding planner la concorrenza si fa sempre più agguerrita, pertanto la maggior parte di loro spera che con un maggiore impegno possano costruire la loro base per acquisire clienti. Poiché i matrimoni sono un tipo di evento unico, è necessario generare un consistente numero di nuovi lead, ed è qui che entra in gioco il marketing, che richiede metodi alternativi per garantire nuovi clienti.

Differenzia i tuoi servizi

Non sopravviverai se sarai solo un “wedding planner”. Per avere successo in qualsiasi settore, devi avere una cosiddetta Unique Selling Proposition (USP). Potresti trascorrere un’intera settimana a studiare di cosa si tratta, e probabilmente dovresti, ma per lo scopo di questo articolo, devi semplicemente sapere che essere specificatamente unici porta notevoli vantaggi.

Ci sono wedding planner che si concentrano solo su specifici gusti e personalità della coppia, ad esempio pianificano solo matrimoni rustici o shabby, e altri che si rivolgono solo a una specifica fascia demografica per esempio occupandosi solo di matrimoni di coppie millennials che vogliono risparmiare… Una nicchia redditizia è certamente quella dei matrimoni all’estero, perchè permette di essere pagati mentre ci si gode bellissimi viaggi in luoghi esotici. Concentrandoti davvero sul tuo target demografico non solo otterrai più clienti, ma creerai l’immagine che sei un esperto nel tuo campo.

Lavora all’indietro sui tuoi lead

Un modo semplice per capire di cosa potrebbe avere bisogno un potenziale cliente è mettersi nei suoi panni e cercare di capire il processo di acquisto . Chiediti ad esempio se tu fossi il tuo potenziale cliente cercheresti le idee su Internet? Se sì, quali sono i primi siti web che attirerebbero la tua attenzione? Quali sono state le ragioni per cui sei stato assunto come wedding planner in passato? Un semplice post su Facebook potrebbe aiutarti a ottenere informazioni preziose sul motivo per cui alcune persone hanno scelto il proprio wedding planner. Puoi persino rivolgerti a loro direttamente, attraverso un sondaggio divertente.

Prestare attenzione a questi dettagli ti aiuterà a trovare i clienti in modo più efficace.

Sviluppa partnership con i fornitori

Nulla è più prezioso che raggiungere i potenziali clienti nel momento in cui stanno acquistando servizi correlati al matrimonio. Avere un fornitore di fiducia che fa il tuo nome ai propri clienti è la migliore pubblicità che si possa ottenere. Tutti possono contribuire a portare clienti: il floral designer, la location, un fotografo, il parrucchiere e naturalmente gli atelier di abiti da sposa.

Alcuni di questi fornitori potrebbero fornire i tuoi contatti, ma se vuoi veramente dei risultati, allora dovresti offrire degli incentivi. Puoi collaborare con i vari fornitori a vari livelli: dalla promessa di utilizzare esclusivamente i loro servizi, alla creazione di coupon associati ai loro servizi per tenere traccia dei tassi di risposta e offrire tariffe vantaggiose. Come sempre, parlare di denaro e di commissioni possono spingere alcuni fornitori a lavorare al tuo fianco.

Utilizza il marketing dei contenuti

La parte più difficile per un wedding planner è saper comunicare le proprie capacità, competenze e conoscenze. Un modo per dimostrare la tua esperienza è condividerla attraverso un blog. Diventa un esperto (o per lo meno così devi essere percepito) scrivendo articoli e facendo apparizioni in televisione e radio. Soprattutto quest’ultimi hanno una certa scarsità di idee di contenuto originali, per cui se riesci a proporre un contenuto interessante, saranno felici di darti visibilità. Assicurati di avere il tuo sito web ottimizzato e ben posizionato su google per le più importanti parole chiavi. Non solo è un’aspettativa professionale, ma fornirà agli ascoltatori e agli spettatori un modo semplice per trovarti se vogliono saperne di più.

Sviluppa un’attività secondaria

L’up-selling è una strategia utilizzata dai ristoranti e dai negozi al dettaglio per invogliarti a spendere di più. Le persone sono più invogliate ad acquistare prodotti o servizi aggiuntivi quando lo hanno già fatto una prima volta. Come wedding planner potresti per esempio creare una tua linea di prodotti. Siti web come Etsy.com rendono facile la vendita di bomboniere, inviti e decorazioni per la tavola fatte a mano. Naturalmente, questo può essere un business redditizio già da solo, ma puoi anche usarlo per portare le persone ai tuoi servizi di wedding planner. Persino qualcuno che vive a centinaia di chilometri di distanza potrebbe essere interessato a pagare per una consulenza telefonica o una decorazione personalizzata.

La linea di fondo

I wedding planner oggi devono fare molto di più che aprire un sito per conquistare clienti, e non devono farsi risucchiare dall’impulso di spendere centinaia di euro in pubblicità per attirare l’interesse. La metà della battaglia si vince semplicemente distinguendosi con un servizio unico e poi promuovendo i servizi nei luoghi in cui i potenziali clienti stanno cercando. I migliori sistemi di vendita sono spesso meno costosi dei metodi tradizionali.
Se vuoi imparare ad usare le strategie di marketing più adatte per la tua attività di wedding planner iscriviti subito al corso di marketing management per wedding e event planner a soli 39,90 al mese per 6 mesi  ti aiuteremo a creare una tua strategia e ad ottenere clienti automatici.
Ti è piaciuto l’articolo? Rendilo social e condividilo sul tuo profilo.

Questo articolo è stato scritto da The Wedding & Event Planner Business School

Corsi professionali per la formazione di Wedding e Event Planner